domenica 7 ottobre 2012

TF Prime S2: resoconto puntata 19

Come già spiegato ieri, la puntata 20 segnerà l'inizio dell'arco narrativo che condurrà la serie al finale (previsto per i primi di novembre): prima di approdare a quella tappa, però, c'è ancora una sottotrama sulla quale bisogna tornare per, eventualmente, chiudere il filo della narrazione.

Scoprite quale con la visione del trailer. Intanto ricordiamo che The Human Factor, questo il titolo della puntata, è stata trasmessa in America il 14 settembre 2012:



In una base segreta, alcuni scienziati della MECH portano a termine l'esperimento per far “rivivere” Silas nel corpo di Breakdown [vedi finale di Nemesis Prime]. L'operazione ha successo, ma con un effetto collaterale: Silas ora non si sente più umano, considera suoi pari i soli cybertroniani, e per questo stermina gli scienziati che lo hanno risvegliato. Dopodiché si reca in una base militare dell'esercito a prelevare qualcosa.
Nel frattempo gli Autobot sono alle prese ancora con Bulkhead e la sua riabilitazione. Non solo! Raf è stato messo in punizione dai genitori per un calo nel rendimento scolastico e ora è bloccato a casa a studiare.
Sulla Nemesis, invece, Knock Out vede tornare online il segnale di Breakdown e, su permesso di Megatron, si reca a investigare: si ritrova così davanti Silas, che gli ordina di condurlo dal suo Comandante: ha un regalo per lui. Si tratta del Progetto Damocle, che risale ai tempi in cui lo stesso Silas era ancora nell'esercito: un satellite militare su cui è montato un cannone in grado di colpire qualunque obiettivo dall'orbita terrestre.
L'Agente Fowler avverte gli Autobot su quanto sta accadendo, ma il gruppo è scettico circa la possibilità di un'alleanza fra la MECH e i Decepticon.
In effetti Megatron è alquanto disgustato dall'abominio rappresentato da Silas/Breakdown, che gli si presenta con l'acronimo “Cylas” (Cybernetic Life Augmented by Simbiosis, ovvero “Forma di vita cibernetica implementata dalla simbiosi”) e anche Knock Out vorrebbe farlo a pezzi in segno di vendetta per Breakdown. Ma Cylas stuzzica l'orgoglio di Megatron, ricordandogli che la collaborazione fra umani e cybertroniani ha già garantito un vantaggio agli Autobot: inoltre lui ha qualcosa da offrire in cambio di un posto fra le fila dei Decepticon, il Progetto Damocle. Per poterlo manovrare, però, bisogna accedere ai codici d'accesso, nascosti in una base segreta in Colorado. Gli Autobot si recano sul posto e trovano i Decepticon già in azione: truppe di Vehicon circondano infatti la base, mentre Soundwave è già al lavoro sul server per scaricare il codice.
Inoltre Cylas ha un asso nella manica: essendo collegato al server, Soundwave può già manovrare Damocle a distanza e così il satellite viene messo in orbita e usato contro gli Autobot. Optimus Prime chiede aiuto a Ratchet affinché intervenga per disattivare il satellite attraverso la rete: le risorse però sono troppo distanti dalla tecnologia cybertroniana perché lui ci possa riuscire, occorre l'aiuto di Raf! Così l'Agente Fowler, Jack e Miko lo raggiungono con il Ponte Terrestre e lo mettono subito al lavoro.
Poiché l'accesso al satellite è protetto da troppi firewall, Raf tenta di accedere al sistema di navigazione, in modo da togliere Damocle dall'orbita. Megatron però si accorge della breccia aperta da Raf e invia Cylas a sistemarlo. A questo punto c'è solo un Autobot che può intervenire per salvare gli umani, l'unico finora rimasto inattivo e che pure premeva per entrare in azione, anche per farla pagare al suo arcinemico Breakdown: Bulkhead! In questo modo anche gli Autobot vengono a conoscenza della simbiosi uomo/macchina orchestrata da Silas. Bulkhead non è ancora completamente operativo, ma ce la mette tutta per contrastare il nemico. Alla fine Smokescreen interviene ad aiutarlo e in questo modo i due possono mettere da parte i dissapori del passato.
Intanto Soundwave ha completato il download e, su ordine di Megatron, indirizza il raggio di Damocle direttamente verso la casa di Raf, visto l'inutile intervento di Cylas! Per fortuna Raf riesce a deviare la traiettoria all'ultimo momento e senza nemmeno far sospettare nulla a sua madre.
Damocle precipita quindi sulla Terra e Cylas viene richiamato da Megatron sulla Nemesis: lo attende finalmente il suo posto alla tavola dei Decepticon... ma quella del laboratorio di Knock Out che lo sezionerà per studiarlo! Su una cosa però Megatron concorda con lui: il fattore umano è stato determinante per la battaglia, ma in favore degli Autobot [e Soundwave mostra la foto che aveva scattato a Jack, Raf e Miko ne “La rimonta delle tenebre Parte 5” (“Darkness Rising, Part 5”), puntata 5 della prima stagione].


Sebbene siano sempre possibili nuovi ritorni, il finale della puntata sembra lasciare poche possibilità a ulteriori prosecuzioni di questo arco narrativo: sembra insomma che per Silas e la MECH l'avventura nel mondo dei Transformers si concluda qui. La decisione sembra generalmente essere stata ben accolta nel fandom, anche se da queste parti spiace non vedere più in azione un gruppo che è stato capace di portare varietà ed elementi interessanti alla storia. Di certo non ci si può lamentare del modo con cui è stata gestita la conclusione: la puntata, infatti, rappresenta sotto molti aspetti una summa dei temi che hanno sempre accompagnato la MECH e ampia parte dello sviluppo della serie. Abbiamo già rimarcato come la Stagione 2 abbia dato all'elemento umano un'importanza che nella stagione 1 sembrava mancare e qui ne abbiamo la piena dimostrazione. Da un lato abbiamo infatti la perfetta interazione fra la forza combattiva degli Autobot e le capacità di Jack, Miko, Raf e Fowler di barcamenarsi fra gli usi e la tecnologia della Terra (con tanto di genitori severi!). Dall'altra parte abbiamo invece lo squilibrio rappresentato da un Silas che non si riconosce più in quanto umano e non è accettato nemmeno dai Decepticon, che lo vedono come un'aberrazione stile Frankenstein (e in effetti il suo “risveglio” iniziale ricorda un po' quello della Creatura interpretata da Boris Karloff nel capolavoro del 1931).
Si rinnova così la dinamica che avevamo già evidenziato in Out of the Past: il nostro mondo e quello dei cybertroniani tendono a riflettersi l'uno nell'altro, come d'altra parte è testimoniato dall'idea stessa su cui si fonda il brand, quella della trasformazione, per cui un robot alieno può essere anche un mezzo terrestre. Ma è l'allenza costruttiva fra umani e Autobot a funzionare, mentre quella fra umani e Decepticon, finalizzata alla distruzione, elimina gli elementi positivi dell'addizione e genera soltanto una confusa sovrapposizione: per Silas, l'unico destino possibile è che la mossa gli si ritorca contro.
Il tono abbastanza dark della puntata, inoltre, ricorda le puntate più horror della Stagione 1: a scrivere c'è Robert N. Skir, già autore di Flying Mind, mentre la regia è di Scooter Tidwell.

Precedenti resoconti Stagione 2:
Fonti: La luna di Cybertron

2 commenti:

Anonimo ha detto...

cioè ma, l'avrò letto decine di volte ma puntualmente mi scordo che hai un secondo blog! :D
Ahaha!

tanti auguri per la Luna di Cybertron, ma approfondimenti sui film gli hai fatti? Come è strutturato questo blog esattamente? Quale linea guida ti sei dato?

JOE80

Davide Di Giorgio ha detto...

Ciao Joe, il blog è sostanzialmente composto da news sui Transformers, l'obiettivo è di fare qualcosa più informativo che strettamente critico, quindi all'opposto rispetto al Nido.

Questo principalmente perché, quando mi sono accostato a questo universo, ho avuto parecchie difficoltà a trovare un "posto" che spiegasse per bene come muoversi in una realtà così vasta, e quindi alla fine me lo sono creato io :-)

Per gli approfondimenti c'è il Glossario con i termini "tecnici" e ci sono le schede tematiche dedicate ai vari "pezzi" di quest'universo: al momento sono online quelle delle prime due serie animate, poi verrà tutto il resto, compresi i film.

E infine ci sono le guide alle puntate delle serie attualmente in onda, ovvero "Transformers: Prime" e "Transformers: Rescue Bots".

Per muoversi all'interno del database c'è l'indice generale o l'elenco delle etichette.

Grazie degli auguri!